Contributi, Recensioni

La nuova psicanalisi

di Piero Trupia 20 giugno 2014

a più di cent’anni dalla nascita la psicoanalisi non solo mostra le sue rughe, ma sembra giunta a un’empasse. C’è frenesia di rinnovamento e bisogna stare attenti.
Lo stesso Freud dubitò dell’efficacia terapeutica della sua dottrina ed esternò i suoi dubbi in particolare nella voce “Psicoanalisi” dell’Enciclopedia Britannica (1925).
Precisava: si rivelerà più utile nel fornire chiarimenti alle altre scienze dello spirito che non a guarire.
La psicoanalisi si esplicita nel dialogo. Di esso Gian Paolo Lai, psicoanalista, nel suo “L’eternità sulla piazza del mercato”, dà un’interpretazione pericolosa.
Ecco le sue idee.
Lo studio dello psicoanalista è un mercato dove si scambiano beni di parola che Lai chiama verbal assets. Il paziente li acquista per guarire e il terapeuta glieli vende. ma non per guarirlo, ricordando Freud e le sue analisi interminabili, ma per intrattenerlo e trattenerlo a tempo indeterminato. E se il paziente svuotato ed esausto non ha più nulla da dire, il terapeuta con “incentivi” lo induce a riprendere la parola. Il buon mercato, fair trade nel linguaggio del Nostro, è quello in cui si parla e basta così. L’arresto del colloquio è il fallimento della cura. Ma di che si parla, se si sono esauriti gli argomenti? Non è un problema, ci viene detto . Dalle mie ricerche risulta che la parola va emancipata dalla sua funzione ancillare rispetto alla mente.
Circa il fair trade va precisato che nella cultura britannica il mercato, e ogni ambito pubblico, ha da essere legal, fair, honest. Parlare a vuoto non è forse illegal, ma non è nemmeno fair e honest, se il fine è di trattenere il paziente.
Lai sente il bisogno di correggere Aristotele su due punti. 1. L’uomo non è specificamente animale politico. Anche la formica è politica, ci dice. 2. Le anime non sono tre: vegetativa, concupiscente, razionale. Una quarta è quella locutiva.
Queste due correzioni vanno corrette. La formica non è politica, è sociale. l’anima locutiva è inclusa in quella razionale che è fatta di ragione e di logos che è ragione e verbo, ragione loquente. Non semplicemente loquente come gli animale e persino le piante, ma presente e loquente, vale a dire vigilante sul mondo e su ciò che di esso si dice.
A questo punto il lettore si chiede se nella piazza del mercato si paga. Lai minimizza. State forse pensando all’onorario professionale? Suvvia, è un fraintendimento. Non c’entra con la mia dottrina. E’ soltanto il biglietto d’ingresso al teatro del mercato.
Chiede il lettore: lo pagano entrambi? Ma no, soltanto il paziente.
Beh, se così è, il terapeuta è l’impresario, il capocomica e l’artista del teatro e il paziente un disgraziato che alla malattia aggiunge un dipendenza dal terapeuta. Ma no, dice Lai, è’ proprio questo interminabile intrattenimento locutivo il trattamento. Ma potrebbe essere il modo del terapeuta di crearsi una rendita.
Fortunatamente c’è chi mangia la foglia e non si fa più vedere, senza pagare l’ultimo mese. O chi, come Woody Allen, dice addio al dottore con in suoi malanni che gli fanno compagnia. Forse entrambi guariti da quella cura che Sartre formula ne “L’essere e il nulla”, la malattia che è il peso insostenibile della libertà. “La mia libertà è ciò che faccio di ciò che gli altri hanno fatto di me.”

P.S. Lai è anche consulente aziendale. Anche le sue consulenze sono interminabili?

Autore

- ha scritto 23 contributi su Bloom!.

Piero Trupia. Linguista, cognitivista, filosofo del linguaggio. Studi di matematica, economia, scienza della politica. Dirigente industriale fino al 1996. S’interessa di arte figurativa che studia e colleziona. Il suo approccio critico si avvale delle forme più avanzate di semiotica e semantica della figura. In materia ha pubblicato saggi nella collana Analecta Husserliana, Kluwer, Dordrecht, Nederland. Appena uscito, Piero Trupia, Perché è bello ciò che è bello. La nuova semantica dell’arte figurativa. Con un saluto di Santo Versace e una riflessione di Renzo Piano, Franco Angeli 2012. Blog La Chimera: http://pierotrupia.blogspot.com

© 2018 Bloom!. Powered by WordPress.

Made by TOCGRS from the great Daily Edition Theme