Contributi

Il sentiero (di Antonio Machado)

di Simonetta Pugnaghi 01 Giugno 2013

Che direzione prendere? O detto in gergo, quale strategia seguire?
In tempi così confusi, la paura prevale. Altro che progettualità, altro che direttrici strategiche, il futuro non si vede, o si vede nero.
E si trasmette confusione, anche non volendo. Mentre le persone vorrebbero certezze, che non ci sono.
Il disorientamento trapela, dai vertici alla base… in azienda, e nelle altre organizzazioni. Si diffondono sfiducia, cinismo, dove servirebbero coraggio e intraprendenza, inventiva, azione.

Una poesia può alleviare questa pena?

Forse sì. Per la vita, e per la vita aziendale.

Caminante, no hay camino

Caminante, son tus huellas

el camino y nada màs;                                

caminante, no hay camino,

se hace camino al andar.

Al andar se hace camino

y al volver la vista atràs

se ve la senda que nunca

se ha de volver a pisar.

Caminante, no hay camino

sino estelas en el mar…

Todo pasa y todo queda,

pero lo nuestro es pasar,

pasar haciendo caminos,

caminos sobre el mar.

Antonio Machado

Viandante, non c’è il sentiero

Viandante, le tue impronte sono

il sentiero e nient’altro;

viandante, non c’è il sentiero,

si fa il sentiero camminando.

Camminando si fa il sentiero

e girando indietro lo sguardo

si vede la pista che mai

si tornerà a calpestare.

Viandante, non c’è il sentiero

solo scie nel mare…

Tutto passa e tutto resta,

ma il nostro è un passare,

passare facendo sentieri,

sentieri sopra al mare.

(La traduzione è mia, dunque anche errori e imperfezioni).

- ha scritto 12 contributi su Bloom!.

Lavoro da venticinque anni nel settore organizzazione e risorse umane, sono consulente, formatore e counselor. Il mio interesse per le persone viene da più lontano, è maturato nella adolescenza e nel periodo universitario, prima facendo parte degli scout e poi come capo scout.

© 2019 Bloom!. Powered by WordPress.

Made by TOCGRS from the great Daily Edition Theme