Contributi

Omaggio a Bateson

di Maria Cristina Koch 06 dicembre 2012

Un pensiero grato a Gregory Bateson.
Quello che io ho imparato a cercare di capire grazie a 40 anni di studio sul pensiero di Bateson, che mi ha dato un nutrimento prezioso e sempre diverso, è stato soprattutto questo:

Lo spostamento dal percorrere la dimensione gerarchica verticale alla esplorazione del territorio orizzontale è la misura che fonda la libertà: è il limite che dà senso al nostro esistere

E’ essenziale leggere la conoscenza come condivisione verso l’agire: è definizione dell’obiettivo, filtro, scopo, unica realtà

Il contesto come ambito vivente di relazioni interdipendenti: la persona è assai di più dell’individuo, la nostra forza è aver bisogno dell’altro.

E a voi, cosa ha regalato Bateson?

- ha scritto 17 contributi su Bloom!.

libera professionista, psicoterapeuta, saggista, counselor, formatrice. mcristina@mckoch.fastwebnet.it, www.lacasadivetro.com, www.sistemanet.com, www.sicolombardia.it

© 2018 Bloom!. Powered by WordPress.

Made by TOCGRS from the great Daily Edition Theme